Basterebbero i vini della Valpolicella Terra dei Forti e Durello nonché il formaggio Monte Veronese Dop a dare lustro gastronomico alla Lessinia, ma molti sono i prodotti e i piatti tipici del comprensorio. Nel ventaglio di valli che si allarga a sud degli alti pascoli maturano pregiate uve da vino e frutta. La frutticoltura ha i suoi alfieri, soprattutto nelle valli d’Illasi e dell’Alpone, in ciliegie e castagne. Il marrone di San Mauro è particolarmente pregiato e si raccoglie oltre che nell’omonimo comune anche a Roverè Veronese, Vestenanova e San Giovanni Ilarione. Nell’area dell’Alta Valle del Chiampo è ormai una tradizione la coltura di trote Fario, Iridea e Salmonata, resa possibile dalle caratteristiche dell’omonimo torrente. Degni di nota sono anche gli svariati formaggi di malga e d’allevo, le erbe aromatiche e officinali, che crescono allo stato spontaneo e non, con le quali vengono realizzati da mani esperte vari prodotti alimentari, cosmetici e liquori, e il pregiato miele, cui Bosco Chiesanuova dedica ogni anno una festa.

Al fine di valorizzare maggiormente  la tipicità dei prodotti e dei servizi offerti all'interno dell'area protetta l'ente parco si è dotato di un Marchio del Parco pensato anche per promuovere il consumo di prodotti tradizionali locali, per informare e garantire il pubblico sul consumo dei prodotti locali e la fruizione dei servizi all'interno del parco, per incentivare l'imprenditoria locale a recuperare metodi di produzione tradizionali e, infine, a tutelare e il patrimonio di usi e tradizioni che caratterizzano il territorio lessinico.

Tra i prodotti che ad oggi hanno ricevuto l’autorizzazione all’utilizzo del Marchio del Parco, oltre ai già citati, troviamo prodotti caseari come burro e caciotte d’alpeggio, carni bovine e ovine, insaccati e salumi vari, speziati e non, uova di gallina. Il Parco “premia” anche i frutti di coltivazioni alternative che aprono nuove strade all’economia locale, quali fragole, lamponi, more e ribes, con i quali vengono realizzate apprezzate confetture.

(Archivio Parco Naturale Regionale della Lessinia)

Condividi su